googled0cf49c85d3fd92c.html

Finale di stagione da incorniciare per RP Motorsport, assoluta protagonista anche nell’ultimo round di Euroformula Open andato in scena sul circuito di Montmelò. La scuderia diretta da Niki Rocca e Fabio Pampado ha infatti colto uno splendido successo anche nell’ultima manche stagionale, portando così a 13 il numero di vittorie ottenute sulle 16 gare complessivamente disputate. Un risultato che va ad aggiungersi ai titoli già conquistati con ampio anticipo da Harrison Scott nella classifica piloti e dalla stessa scuderia piacentina nella graduatoria riservata ai team, a dimostrazione dell’egemonia messa in mostra durante tutto l’arco della serie continentale.

Ad imporsi nell’ultimo round è stato l’esordiente pilota brasiliano Felipe Drugovich, chiamato in questa circostanza a sostituire il neo-campione Scott. Il 17enne carioca si è subito calato alla perfezione nella nuova realtà, risultando veloce sin dai primi turni di prove libere e siglando nella giornata di sabato una splendida pole position al debutto. Sfortunatamente, la prima manche lo ha visto compiere un’escursione fuori pista mentre era al comando, prima di concludere con un sesto posto finale che sembrava poter avere il gusto amaro di un’occasione perduta. Invece, durante gara-2 Drugovich è stato pressoché perfetto, bruciando al via il poleman Vaidyanathan e gestendo la pressione di Troitskiy fino alla bandiera a scacchi, dove è tranistato con un margine di soli due decimi nei confronti del rivale. Una dimostrazione di forza da parte di tutto il team, che ha saputo mettere il giovane rookie nelle condizioni ideali per potersi esprimere al meglio durante il week-end di gara.

Il fine settimana catalano si è comunque rivelato positivo anche per gli altri tre piloti RP Motorsport: il polacco Alex Karkosik ha colto uno splendido piazzamento a podio in gara-1, giungendo terzo nella classifica assoluta e secondo in quella riservata agli esordienti, andando così ad eguagliare il proprio miglior risultato stagionale colto in gara-1 a Silverstone. Il nono posto agguantato nella seconda manche gli ha poi consentito di centrare la settima piazza nella graduatoria assoluta con 98 punti, finendo quinto nella classifica riservata ai rookie.

Il tedesco Jannes Fittje ha invece conservato il secondo posto finale nella graduatoria dei debuttanti, grazie ad un doppio settimo posto colto nelle due manche che gli ha anche consentito di concludere con un ottimo quinto posto finale nella classifica assoluta con 159 punti totali.

Lodovico Laurini ha mostrato segnali di crescita incoraggianti, facendo segnare ottimi tempi già a partire dalle prove libere, quando si è autorevolmente inserito nella top ten. Meno fortunata è stata la prima gara del week-end, quando un testacoda nelle prime fasi lo ha penalizzato, impedendogli di andare oltre il 17° posto finale. L’identico piazzamento è arrivato poi al termine di gara-2, nonostante un’ottima partenza gli avesse consentito di guadagnare diverse posizioni.

Niki Rocca (team manager RP Motorsport): “Questo successo è doppiamente importante: da un lato perché ci consente di chiudere nel migliore dei modi una stagione per noi ricca di soddisfazioni, ma dall’altro perché sottolinea il grande lavoro di squadra che ha consentito a Felipe di aggiudicarsi la vittoria al proprio esordio in pista su questa macchina. Un grande applauso va rivolto anche anche a Harrison, Lodovico, Alex, Jannes e a tutti i tecnici che hanno svolto un lavoro straordinario durante l’anno. Grazie anche ai nostri sponsor e a tutti coloro che ci supportano nella nostra avventura fatta di passione e amore per questo sport”.

Per ulteriori informazioni è possibile iscriversi ai canali Social del team (Facebook e Twitter), nonché visitare il nuovissimo sito www.rpmotorsport.org.

Scarica la versione Pdf

Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram